Il marketing per validare il prodotto che non c’è.

Tiziano Vicentini, titolare di Trentuno Properties, ha inventato Pappami, il piatto di pane che si mangia, sviluppando un progetto tecnologico e industriale che consente produzione e imballaggio seriali per grandi quantità. Il piatto ha vinto diversi premi internazionali per l’innovazione.

Risolti i problemi produttivi, di materia prima e di gestione logistica, il quesito di ogni inventore è quello di capire:
· il prodotto può interessare il cliente?
· quale cliente?
· a che prezzo?

È stata messa a punto una specifica strategia di validazione del prodotto che non esisteva per capire il livello di attrattività del cliente sia Ho.re.ca. Hotellerie-Restaurant-Café che consumer. L’ipotesi era infatti di vendere il prodotto sia ai ristoranti che ai bar ma anche della GDO grande distribuzione al dettaglio.

Oficina ha messo a punto una ricerca di mercato quantitativa e qualitativa documentaria e una fase di ricerca sul campo, ricerca che ci ha impegnato per circa 3 anni, dal 2008 al 2011. Abbiamo analizzato tutta la produzione dei piatti di pane presente nel mondo, moltissime produzioni artigianali, meno numerose quelle industriali, ma agguerrite. Da questo step ne è emerso che lo spazio di mercato era promettente.

Oficina poi è passata a realizzare ricerche sul campo, cioè mettendo a contatto diretto il possibile cliente con il piatto per coglierne reazioni, commenti e valutazioni. Sono state costruite diverse occasioni di verifica fra cui:
· una serie di focus group con operatori di settore
· la partecipazione a fiere ho.re.ca.: piccolo stand, contatto e degustazione prodotto, somministrazione del questionario per la raccolta a caldo di commenti
· organizzazione di più eventi fra cui il maggiormente significativo è stato quello all’interno del Fiemme Ski Jazz grazie alla collaborazione con l’Hotel Bellavista di Cavalese (TN) che ha utilizzato in anteprima i piatti nei servizi di catering.

Sono stati poi verificati i significati del naming Pappami nelle diverse lingue a livello internazionale visto, che il piatto è stato brevettato a livello mondiale sdoganando il naming stesso, che è stato poi registrato.
Dalla massa di dati quantitativi e qualitativi raccolti è emerso che…ahimé questo non ve lo possiamo raccontare, ma, certamente, grazie al metodo di ricerca adottato, l’imprenditore ha sviluppato strategie e scelte imprenditoriali che hanno portato all’apertura del locale Pappami Fresh Food Café inaugurato il 14 ottobre 2016, il numero zero, ci auguriamo, di una nuova catena.

Ricerche di mercato e verifica naming: Oficina d’impresa srl

Foto: Luca Riviera